CREDITO D’IMPOSTA RICERCA E SVILUPPO E INNOVAZIONE TECNOLOGICA, NOVITA’ 2020

CREDITO D’IMPOSTA RICERCA E SVILUPPO E INNOVAZIONE TECNOLOGICA, NOVITA’ 2020

CREDITO D’IMPOSTA RSI 2020

Novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2020

 

La legge di Bilancio 2020 ha introdotto di fatto una nuova normativa agevolativa per le attività di ricerca fondamentale o industriale, di sviluppo sperimentale, di innovazione tecnologica e di innovazione.

Possono accedere al credito d’imposta tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato.

L’agevolazione è differenziata in base alla categoria di attività relativa, e riconosciuta rispettivamente nelle seguenti misure:

  1. ATTIVITA’ DI RICERCA E SVILUPPO
    12% dei costi ammissibili con un limite massimo di credito d’imposta di € 3.000.000,00.
  2. ATTIVITA’ DI INNOVAZIONE TECNOLOGICA
    6% dei costi ammissibili con un limite massimo di credito d’imposta di € 1.500.000,00;
    10%
    dei costi ammissibili nell’ambito della transizione ecologica o di innovazione digitale 4.0, con un limite massimo di credito d’imposta di € 1.500.000,00.
  3. ATTIVITA’ INNOVATIVE (Design e ideazione estetica per determinati settori)
    6% dei costi ammissibili con un limite massimo di credito d’imposta di € 1.500.000,00.

Il credito d’imposta viene riconosciuto per il periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre  2019 ed è utilizzabile esclusivamente in compensazione, in tre quote annuali di pari importo, a decorrere dal periodo di imposta successivo a quello di maturazione.

La pratica dovrà essere elaborata entro il termine di approvazione del bilancio d’esercizio o comunque entro il termine previsto per la presentazione della dichiarazione dei redditi dell’anno di riferimento.

 

[ Per l’elencazione specifica delle attività e dei costi ammissibili e per le altre informazioni, vai all’apposita sezione per scaricare la scheda sintetica ]