CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER IMPRESE COLPITE DAL COVID | DECRETO RILANCIO

CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER IMPRESE COLPITE DAL COVID | DECRETO RILANCIO

DECRETO RILANCIO
D.L. 19 maggio 2020, n. 34 – Art. 25
Contributo a fondo perduto per le imprese colpite dalle conseguenze economiche del lockdown Covid-19.

Per affrontare la fase 2 dell’emergenza economico-sanitaria da COVID-19, con il D.L. 34/2020, cosiddetto Decreto Rilancio, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 19 maggio 2020, vengono introdotti all’articolo 25 specifici contributi a fondo perduto per i soggetti colpiti dalle conseguenze economiche del lockdown.

Soggetti beneficiari: imprese, lavoratori autonomi, titolari di reddito agrario.

Requisiti di ammissibilità:

  1. ricavi o compensi anno 2019 non superiori a € 5.000.000,00;
  2. calo del fatturato e dei corrispettivi pari al 33% tra aprile 2019 e aprile 2020.

Il contributo è concesso in assenza di tali requisiti ai soggetti con

  1. inizio attività a partire dal 1° gennaio 2019;
  2. domicilio fiscale o sede operativa nel territorio di comuni che versavano già in stato di emergenza per altri eventi calamitosi alla data di dichiarazione dello stato di emergenza Covid-19.

Misura dell’agevolazione:

L’ammontare del contributo a fondo perduto è determinato applicando una percentuale alla differenza tra l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 e l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019 come segue:

  • 20% per ricavi/compensi 2019 inferiori o pari a € 400.000,00;
  • 15% per ricavi/compensi 2019 superiori a € 400.000,00 e fino a € 1.000.000,00;
  • 10% per ricavi/compensi 2019 superiori a € 1.000.000,00 e fino a € 5.000.000,00.

L’ammontare del contributo a fondo perduto ai soggetti a cui non si applica il requisito del calo del fatturato/corrispettivi sarà corrisposto per un importo non inferiore a:

  • € 1.000.000,00 per le persone fisiche;
  • € 2.000.000,00 per i soggetti diversi dalle persone fisiche.

Presentazione domande:

Il contributo potrà essere richiesto compilando elettronicamente una specifica istanza da inviare in modalità digitale all’Agenzia delle Entrate, dal giorno 15 giugno al 24 agosto 2020.

[ Per maggiori informazioni consulta la sezione bandi ]